Comune di Cortona

Dubbi o perplessità sul nuovo sito? Consulta la guida di navigazione.

Guida al nuovo sito

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

pubblicato il 05.02.2020

L’amministrazione comunale di Cortona esprime impegno e riflessione durante la settimana in cui si celebra la giornata internazionale per la lotta contro la violenza sulle donne. Lo scorso venerdì 22 novembre il sindaco Luciano Meoni e l’Assessore alla Scuola Silvia Spensierati hanno preso parte alle iniziative organizzati dal Premio internazionale semplicemente donna, sia all’interno delle scuole, sia durante l’assegnazione dei riconoscimenti alle donne premiate.

“Il messaggio che trasmettiamo alle nuove generazioni è il fulcro della lotta alla violenza contro le donne – commenta l’assessore Spensierati – ringraziamo tutto il comitato organizzatore di questo importantissimo Premio per aver dato anche quest’anno l’opportunità agli studenti del nostro liceo Signorelli e dell’Istiuto Vegni di ascoltare le toccanti testimonianze di donne coraggiose e anche uomini che possono essere per loro nuovi modelli culturali”.

Il sindaco e l’assessorato al sociale Valeria di Berardino hanno incontrato negli scorsi giorni l’Associazione Pronto Donna, da 30 anni presente sul territorio del’intera provincia di Arezzo. Anche a Cortona, con il sostegno dell’amministrazione comunale Pronto Donna ha attivato una struttura di cosiddetta “seconda accoglienza”, Casa Amica Valdichiana, che sorge a Camucia. All’incontro erano presenti la presidente dell’Associazione Pronto Donna, Loretta Gianni, la direttrice Elisa Serafini e Silvia Bucci coordinatrice dell’area della Valdichiana. Oltre ad una presentazione delle attività si è cercato di fare il punto sulle ipotesi di iniziative da programmare per il prossimo anno, ad esempio un corso di formazione per donne che vogliono accedere all’associazione e incrementare il numero di volontarie.

I dati che riguardano gli accessi agli sportelli di donne residenti del Comune di Cortona non sono del tutto preoccupanti, ma pur sempre in aumento, complice la più alta soglia di consapevolezza della possibilità di denunciare la violenza subita. Nel 2018 gli accessi erano stati 15, mentre nel 2019 le donne che si sono rivolte a Pronto Donna sono state 16.

Casa Amica ad oggi ospita 2 donne ultracinquantenni che hanno subito violenza – spiega Silvia Bucci -  ma può arrivare ad accogliere fino a 6 ospiti, donne e laddove ce ne siano anche i figli, vittime indirette della violenza che si consuma tra le mura domestiche”. Questo servizio di seconda accoglienza, fa parte del percorso di fuoriuscita dalla violenza e accoglie donne non più in pericolo di vita ma che hanno bisogno di sostegno psicologico, nel momento in cui si trovano in difficoltà nel reinserirsi nella società e nel mondo del lavoro. Spesso c’è dipendenza economica dal compagno che ha usato violenza contro di loro e, in molti casi, hanno bisogno di un’abitazione.

“Per noi è importante dare un segnale di vicinanza concreta alle donne colpite dalla violenza di genere, durante questa settimana in cui si ricordano le donne, con iniziative di varia natura – spiega il sindaco Luciano Meoni. Fondamentale è comprendere a fondo ciò che possiamo fare per continuare a mantenere vivo questo servizio di accoglienza a Camucia e il nostro impegno di sostegno economico sarà confermato anche per i prossimi anni.

Last updated: September 19, 2013, 2:26:34 PM

In Evidenza

Informazioni e Recapiti