Comune di Cortona

Dubbi o perplessità sul nuovo sito? Consulta la guida di navigazione.

Guida al nuovo sito

Cinque anni di sviluppo turistico Cortona modello con servizi di qualità e proposte di alto livello

pubblicato il 31.05.2019

Cinque anni di sviluppo turistico

Cortona modello con servizi di qualità e proposte di alto livello

Si avvicina la stagione estiva le prospettive sono per una ulteriore crescita

 

Cinque anni di sviluppo turistico che hanno cambiato profondamente il territorio. Eventi, mostre, spettacoli, percorsi culturali, naturalistici, enogastronomici, congressuale e molto altro.

Tutto ha contribuito a fare di Cortona una città ed un territorio unico per qualità della proposta e per risultati.

Con l’arrivo della stagione estiva si analizzano i dati del periodo e t

Secondo le statistiche ufficiali (fonte: Ufficio Regionale di Statistica), nel 2018 l'offerta ricettiva del comune di Cortona era composta da 253 strutture per un totale di 3.650 posti letto. Nel 2018 sono nate 12 nuove strutture con un aumento di 127 posti letto.

Rispetto al 2014 l'offerta del territorio, sia in termini di esercizi sia di posti letto si è ampliata costantemente fino ad oggi. Nel complesso il saldo del periodo è stato positivo  di 48 esercizi (+23,2%) e per 314 posti letto (+9,4%).

Il contributo allo sviluppo dell'ospitalità turistica di Cortona è arrivato in particolare dal comparto extralberghiero (+50 esercizi, +349 posti letto), dagli agriturismi (+28 esercizi, +265 posti letto), dagli affittacamere e dalle case e appartamenti per vacanze.

Grazie agli ottimi risultati in questi cinque anni, la domanda turistica del comune di Cortona chiude il 2018 con valori record: gli oltre 52 mila arrivi e le oltre 190 mila presenze circa raggiungono i livelli più alti mai toccati.

Il trend dal 2014 al 2018 è sempre stato positivo in termini di presenze; complessivamente il saldo è stato positivo sia per gli arrivi cresciuti di circa 5 mila unità (+10,1%) sia per le giornate di presenza aumentate di oltre 33 mila unità (+21,6%).

Dalla ripartizione dei flussi per trimestre emerge come gli incrementi maggiori si siano avuti nella ultima parte dell'anno, in particolare nel quarto trimestre passato, in termini di incidenza dall’11,4% del 2014 al 12,4% del 2018. (si tratta di una tendenza registrata a partire dalla stagione 2015). La crescita del turismo a Cortona, pertanto, è stata accompagnata anche da una significativa destagionalizzazione dei flussi verso i mesi autunnali.

La crescita media annua degli arrivi è stata dell’1,2% mentre le presenze sono cresciute mediamente ogni anno del +2,5%.

La spinta maggiore allo sviluppo della domanda è arrivato soprattutto dai mercati stranieri i quali, rispetto alla stagione 2014, sono cresciuti di oltre il +9,0% e + 24,8 nelle presenze.

La domanda italiana nei cinque anni è cresciuta del +11,6% con le presenze che aumentano del +12,4%.

In seguito a queste tendenze, si è modificato nel corso degli anni la composizione del turismo del comune di Cortona, con aumento del tasso di internazionalizzazione della domanda di circa 2 punti percentuali (dal 73,8% del totale registrato nel 2014 è passato al 75,8% nel 2018).

L’area che produce il maggior numero di pernottamento è rappresentata dai turisti dell’Unione Europea che incidono per il 39% (in aumento rispetto al 2014 del 22,2%).

Seguono i paesi delle Americhe con il 26% dei pernottamenti (in forte crescita del 27,0% rispetto al 2014); gli italiani che rappresentano il 24% delle presenze, registrano nei 5 anni una crescita del 12,4%.

I principali mercati esteri sono invece rappresentati da Stati Uniti d'America, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi. In questo caso gli Stati Uniti hanno registrato una performance favorevole andando praticamente ad aumentare le presenze dal 2014 al 2018 del +42%; anche Germania ha registrato una forte crescita mentre i Paesi Bassi ed il Regno Unito sono cresciuti in misura minore. Sempre con riferimento ai principali mercati turistici esteri del comune, da evidenziare il calo dei turisti  canadesi  e belgi, mentre sono aumentati gli australiani.

La permanenza media nel corso della stagione 2018 si è attestata intorno alle 3,7 notti (3,67), una durata leggermente superiore a quella del 2014.

Last updated: September 19, 2013, 2:26:34 PM

In Evidenza

Informazioni e Recapiti