Comune di Cortona

Dubbi o perplessità sul nuovo sito? Consulta la guida di navigazione.

Guida al nuovo sito

La fabbrica della bellezza la manifattura Ginori e il suo popolo di statue TAVOLA ROTONDA Sabato 21 Ottobre 2017 ore 16.00 MAEC Palazzo Casali

pubblicato il 19.10.2017

 

La fabbrica della bellezza

la manifattura Ginori e il suo popolo di statue

TAVOLA ROTONDA

Sabato 21 Ottobre 2017 ore 16.00

MAEC  Palazzo Casali

 

 

Sabato 21 ottobre 2017, alle ore 16,00, nella sala Medicea di palazzo Casali si terrà una Tavola rotonda sul tema La fabbrica della bellezza. La manifattura Ginori e il suo popolo di statue.

A  conclusione della mostra organizzata con lo stesso titolo dal Museo Nazionale del Bargello di Firenze – alla quale l’Accademia Etrusca e il MAEC hanno partecipato con l’invio del “tempietto” Ginori, uno dei simboli del museo cortonese – la Direzione del Bargello in accordo con l’Accademia e il Comune di Cortona ha inteso trarre a Cortona le conclusioni di una esposizione destinata non solo a mostrare alcuni fra i maggiori capolavori della manifattura che tanto lustro ha dato all’arte italiana, ma anche ad aprire una finestra sul destino del Museo di Doccia, chiuso ormai da molti anni, e della stessa fabbrica, il cui futuro è incerto a causa di drammatiche vicende industriali ed economiche.

Alla tavola rotonda parteciperanno i curatori della mostra fiorentina – Paola D’Agostino, direttore del Museo del Bargello, Tomaso Montanari, Dimitrios Zikos, Cristiano Giometti e Marino Marini – a cui si aggiungeranno le responsabili dell’Associazione “Amici di Doccia”, Oliva Rucellai e Livia Frescobaldi Malenchini, oltre a Diana Marta Toccafondi, Soprintendente Archivistico e Cristina Gnoni della Soprintendenza fiorentina; introdotti dal Sindaco di Cortona Francsca Basanieri e dal Vicelucumone dell’Accademia Etrusca Paolo Bruschetti, i convenuti parleranno delle motivazioni della mostra, dei suoi esiti, della figura di Carlo Ginori e del periodo storico in cui visse ed operò, ed in particolare di uno dei suoi capolavori più noti, appunto il “tempietto” di Cortona; ma daranno anche informazioni sulla possibile conclusione della vicenda che riguarda il museo di Doccia: temi pertanto non solo di grande valore scientifico, ma anche di stretta attualità, legati alla sorte del patrimonio culturale italiano.

 

In occasione della tavola rotonda sarà anche presentata al pubblico l’esposizione della statua di “Mercurio” di Giambologna, conservata al Bargello, che la Direzione del museo ha concesso in prestito al MAEC fino alla fine dell’anno, e che è stata modello per Ginori di una delle maioliche che decorano il “tempietto” cortonese; un capolavoro che darà lustro alle collezioni accademiche e che costituirà, ci si augura, un motivo in più per visitare la nostra massima istituzione culturale.

Last updated: September 19, 2013, 2:26:34 PM

In Evidenza

Informazioni e Recapiti